3 consigli per pittori allergici alla scrittura

Me lo hai sentito dire un sacco di volte tra post, email e comunicazioni varie:

se vuoi avvicinare le persone e soprattutto i tuoi collezionisti ideali, devi abbandonare l’idea che basta spiattellare qualche bella foto dei tuoi quadri su Facebook senza pensare ai testi.

Ora, so che ti sta per venire un attacco di orticaria a sentire parlare di mettersi a scrivere invece di creare opere come quadri o sculture.

So che l’idea di metterti lì davanti allo schermo invece che davanti alla tavolozza ti fa venire i funghi sulla pelle, ma abbi pazienza: il marketing che educa e che usa la parola (certo, anche con le immagini) vende.

Mi spiace per te artista allergico: la scrittura è purtroppo un “male necessario”.

Io stessa anni fa sono stata affetta da questa allergia, te lo assicuro: non sai quante scuse trovavo per rimandare il momento di scrivere un articolo del blog o un bel post corposo sui social… Ma questo atteggiamento, lo dico per esperienza diretta, non ha fatto per niente bene alla mia attività.

Solo quando ho iniziato a scrivere con costanza al mio lettore ideale ho visto dei miglioramenti cicciottosi, sia in termini di contatti diretti, sia in termini di visite al blog e sui miei canali social.

Quindi funziona: prova e vedrai con i tuoi occhi!

A questo punto però bisogna che ci mettiamo in testa di curare questa allergia, che spesso deriva dal nostro percorso personale e di studi. Presente l’incubo dei temi a scuola?

Read More

Diventare artista a 40 anni o più

Sai, ho realizzato che conosco personalmente diversi pittori e artisti over 40. Già, sono parecchi quelli che dopo i 40 anni prendono e decidono di fare il grande salto: impegnarsi a fondo per vivere della loro arte.

Magari anche tu stai attraversando un momento della tua vita in cui dici:

“Basta! Voglio cambiare vita! Voglio vivere grazie alla mia arte!”

Oppure potresti anche semplicemente prendere atto che vendi bene le tue opere, quindi è ora di fare un passo in avanti e dedicare più energie all’Arte.

Beh, se ti stai chiedendo qualcosa come “ma non è troppo tardi voler diventare pittore professionista dopo gli -anta?” lascia che ti racconti la storia di una certa artista americana: Anna Mary Robertson Moses, nota anche come Grandma (nonna) Moses.

Quando l’ho sentita nominare la prima volta, qualche anno fa, sono rimasta affascinata!

Read More

Come ritrovare la creatività se il Marketing Artistico te la sgraffigna

Con quali progetti nel tuo Marketing Artistico hai deciso di aprire il nuovo anno?

Una delle mie novità per Pittore di Successo stai proprio per leggerla, infatti il 2018 porta nel blog i guest post! E che sono, si mangiano?

I guest post sono articoli scritti da altri artisti e professionisti esperti in settori differenti ma complementari o vicini al Marketing Artistico di cui ti parlo di solito.

Come probabilmente hai già intuito (e come tendo a ripetere spesso), l’attività di un artista professionista non si limita al solo Marketing, ma vede un sacco di aspetti diversi che devono interagire fra loro.

Oltre al Marketing Artistico bisogna tenere in considerazione anche aspetti legali, fiscali, tecnologici, di organizzazione, di produzione delle opere e… di mentalità e ispirazione.

In questo guest post andremo ad affrontare proprio un problema legato alla mentalità e all’ispirazione.

La nostra Claudia Brunetti de l’Arte di Fiorire risponderà alla domanda:

Come gestire i momenti in cui la parte del business sembra risucchiare le tue energie fino a lasciarti con la tela bianca? Che fare quando la tua attenzione verso il Marketing Artistico fa sparire la tua creatività?

Read More

Devi lasciare in mostra i vecchi quadri sul sito o no?

Ti è mai venuto il dubbio di TOGLIERE quadri un po’ datati dal tuo sito web o galleria d’immagini?

Questa domanda è venuta fuori leggendo la mail di una pittrice che conosco da un po’ e credo che il problema sia piuttosto spinoso per molti artisti:

lasciare online TUTTI i quadri o togliere quelli che non ti rappresentano più al 100%?

L’indecisione ti assale perché non capisci se è corretto mostrare tutto il tuo percorso al potenziale collezionista o se è meglio contestualizzare e restringere il “parco opere” a quelle più recenti (e soprattutto in linea) con le tue ultime scelte strategiche e di Marketing Artistico.

Ecco, anche Beatrice Pittrice (la chiamo così, mi perdonerà) era nella stessa situazione quando mi ha scritto.

Ti racconto un po’ della sua storia…

Read More

Chi altro vuole scrivere testi interessanti con lo schema targato TEDx?

Immagina di essere all’inaugurazione della tua più grande e migliore esposizione.

Dopo tanto lavoro, tra colori&pennelli e strategie di marketing, finalmente hai gli occhi di centinaia di persone puntati su di te, caro Tore il Pittore!

Tu sei lì, circondato dalle tue opere, in mezzo a una folla in attesa… Le gambe ti tremano per la paura.
C’è silenzio e tutti aspettano. Allora, lo inizi questo discorso o no?

Accenni a un sorrisetto imbarazzato, butti lì un saluto impacciato, ti presenti con una biografia interessante come un frigorifero imballato e continui con una pappardella di informazioni e spiegoni vari a effetto narcotizzante.

A un certo punto ti accorgi di una cosa bruttissima: nessuno ti ascolta!

Vedi sguardi annoiati, c’è chi sbuffa, chi prende lo smartphone e inizia a farsi gli affari suoi.
Qualcuno se ne va al bar o al buffet.

Non è una situazione terribile? Ma sai che c’è anche di peggio?

Read More