Pittore difenditi dalla Web Agency Parassita

Se hai mai accarezzato l’idea di farti fare il sito Web da un’agenzia di comunicazione occhio… Ci sono alcune cose che devi assolutamente sapere!

Oggi voglio proprio metterti in guardia dalla WAP, ovvero quella che chiamo “Web Agency Parassita”.

Sarà che per me è un nervo scoperto parlare di agenzie di comunicazione farlocche, dato che mi ci imbatto da qualche anno, ma ogni volta che sento/leggo certe cose mi arrabbio.

Di solito sbraito un po’ sui social, ma oggi mi sono decisa a scrivere un articolo sull’argomento per metterti in guardia, caro il mio amico pittore e cara la mia amica pittrice.

Tutto è iniziato con questa email…

Buongiorno,
vi scrivo come account della web agency xxxxxxx di xxxxxx, www..….it sto contattando le agenzie che vogliano affidare a noi lo sviluppo dei siti web a prezzi concorrenziali e tempi brevi di messa on line.

www…..it è il portale dove potrete trovare tantissimi siti web già pronti, divisi per categorie, dalla one page per eventi ai completissimi siti e-commerce, naturalmente il portale vi servirà solo come esempio, per ogni vostro cliente faremo proposte ad hoc per un servizio su misura.

Xxxx è una Google Agency pertanto è il partner ideale per progettare ed avviare campagne pubblicitarie sia su Google che su Facebook.

Spero di aver suscitato la vostra curiosità e di poter instaurare un rapporto di collaborazione soddisfacente.
Grazie e buon lavoro.

Firma

Non so se anche tu senti lo stesso, ma a me di solito sale un po’ “la carogna” quando chi mi scrive lo fa senza aver nemmeno cercato di capire chi sono e cosa faccio (sono consulente nel settore marketing artistico, non certo un’agenzia). Risposta mia…

Grazie per la segnalazione, anche non sono un’agenzia.
Buon lavoro a voi.

 

Sai qual è la cosa divertente? Che ritornano alla carica con la ri-risposta, questa volta forse dopo aver dato un’occhiata a chi cercano di accalappiare come cliente o partner.

Gentile Marina,
dato il tuo ruolo, sono sicura che prima o poi ci sarà occasione di collaborare anche come semplice segnalatrice.
Sarei felice di riconoscerti il 10% come provvigione per la sola segnalazione di un cliente.

Ti ringrazio e ti auguro buon lavoro.
Firma

 

Hai capito?

A parte il fatto che questi mi hanno mandato una mail a caso, senza sapere se ad agenzia o professionista, alla fine mi propongono di avere una provvigione del 10% per mandargli dei clienti, ovvero gli artisti che si affidano a me per mettere a punto la loro Strategia di Marketing Artistico o per approfondire argomenti specifici e importanti per loro.

Quindi io, che non li ho mai visti e conosciuti, dovrei mandare da loro i miei “protetti” e mettere la faccia per un 10% di non si sa cosa. Ma senza pensare alla cifra, perché li devo consigliare se prima di inviare delle mail non si sono presi nemmeno la briga di controllare almeno a quale categoria appartengo?

(Mi sa che questa cosa ti ricorda un po’ quelle gallerie che ti contattano con “gentile artista bla bla bla” sensa sapere chi sei…)

 

Houston, abbiamo un problema… Anzi 3 con il bonus

Questa storia mi fa venire i fumini al cervello per diversi motivi e questi sono i primi tre che raggruppo perché si riferiscono ai mittenti delle mail…

  1. Il primo problema è che io e loro non ci conosciamo e non è bello chiedere a qualcuno di mettere faccia e reputazione in ballo così, a caso.
  2. Il secondo problema è che sono persino una Google Agency (che vuol dire?) e non sanno usare bene le mail per fare marketing, dato che non hanno “segmentato” (diviso) tra agenzie e professionisti per personalizzare un minimo le comunicazioni.
  3. Mi mandano su un sito non finito, praticamente con pagine “segnaposto” che si rimandano tra di loro e con testi che, boh, mi vergogno per chi li ha scritti. Insomma, un sito istituzionale che il mio falegname con 20€ lo faceva meglio (cit.)

 

Il bonus è proprio questa chicca sul sito…

Troppo semplice dire che realizziamo siti web. Però dire che siamo esperti di internet e comunicazione digitale è doveroso anche se nel nostro settore tutti fanno i guru.

Su una cosa non dovete avere dubbi: sappiamo far bene il nostro lavoro e siamo certi che faremo bene “il vostro”.

Sul fatto che in questo settore tutti fanno i guru hanno ragione, e difatti ci portano loro stessi un esempio perfetto.

Ma se la Web Agency che ti gestisce il sito ci casca, che succede?

Un’altra cosa che mi fa stare male, proprio fisicamente, non è per il lavoro che fanno i tipi di queste mail.

Io sto male per te, artista che commissiona il sito Web a una web agency pappa&ciccia con questo servizio di intermediazione e a questa “filiera lunga”. A tua insaputa. Non sempre, ma molte volte sì.

Dappertutto ci hanno rotto le scatole con il Km zero per il cibo, e ora accettiamo bene la filiera lunga sul web e nella comunicazione? Ma perché bisogna foraggiare le scatole vuote?

Ti svelo un segreto di Pulcinella per chi lavora nella comunicazione, ma una cosa per nulla scontata per il cliente finale (che potresti essere tu).

Parecchie agenzie di comunicazione (le ho viste con i miei occhi) prendono dei liberi professionisti alla canna del gas o degli stagisti pagati pochissimo, cambiati a ciclo continuo, per lavori che invece al cliente finale (sempre tu, pittore che non sei esperto di web?) costano un bel po’ di euro. Come la mettiamo?

Bada, non ho nulla contro con chi è trasparente, dichiara di avere collaboratori esterni e che aggiunge valore al progetto: è giusto che guadagni anche l’agenzia che coordina come si deve le cose e che ci mette del suo insieme al professionista/freelance con cui collabora.

Invece mi fanno venire l’acidità di stomaco le agenzie che fanno SOLO lievitare i costi magari rendendo pure la vita impossibile al web-qualcosa che lavora per pochi spicci.

Concludo perché mi sono agitata abbastanza ed è meglio se ora vado a meditare un po’ per calmarmi.

Quello che mi sento di dirti è: quando non lo fai tu e commissioni la creazione del tuo sito Web a dei professionisti stai attento e chiedi sempre informazioni su chi svolgerà il lavoro, se il personale è interno o esterno all’agenzia che scegli. Se puoi scegli la filiera corta. Magari alla fine spenderai quasi uguale, ma non avrai dato da mangiare all’agenzia-parassita di turno.

Un’ultima cosa: se sarà necessario per la tua strategia, anche io ti consiglierò il professionista più adatto per quello che devi fare, ma sappi che sarà una persona di cui mi fido e dalla quale NON prenderò un soldo. Questo perché preferisco mantenere intatta la mia etica, aiutandoti a spendere un po’ meno e meglio, e allo stesso tempo far guadagnare senza balzelli una persona che stimo.

Hai dei dubbi e vuoi saperne di più sulle WAP? Parliamone! Scrivimi un messaggio dalla pagina dei Contatti 

Ora ti saluto e mi raccomando, togli il sogno dal cassetto!

Marina, la Dipintora prestata al Marketing (Artistico)

4 Comments

  1. Veronica cairo marzo 22, 2017 at 3:51 pm

    Grazie martina, ti seguo e ti ammiro. Dovrebbero essereci al mo do molte più persone come te. Wiwa l’onestà.
    Un abbraccio veronica

    Reply
    1. Marina marzo 22, 2017 at 4:13 pm

      Grazie Veronica! E ben ritrovata 🙂
      Cerco di fare del mio meglio dicendo anche cose scomode, sperando che sia d’aiuto.
      Un abbraccio anche a te e grazie del commento!

      Reply
  2. Francesca Luciani marzo 24, 2017 at 4:50 pm

    Lavorando nel settore dello sviluppo confermo che è proprio così!!

    Reply
    1. Marina marzo 24, 2017 at 5:33 pm

      Ecco! E se lo dici anche tu è vero cacchio! Soprattutto se lo dici tu che bazzichi l’ambiente da un bel po’.
      Grazie per il commento cara 😉

      Reply

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *