Quando il pittore dice addio al blocco dello scrittore con MindMup

Ok, hai messo da parte pennelli e colori per un po’: ora è il momento di sederti davanti al PC e fare un po’ di Marketing Artistico.

Vuoi scrivere un succoso articolo per il tuo blog o un bel post per la tua pagina Facebook… Bravo! Così mi piaci!

Ma… ODDIO! Hai il blocco dello scrittore e non riesci a scrivere neanche una parola! Come puoi fare? E sì che ora lo sai: le foto dei tuoi quadri non bastano per farti conoscere e apprezzare, ti servono anche dei buoni testi! Ma se hai quel blocco?

Beh, ho una buona notizia per te: il blocco dello scrittore NON esiste… 

…O per meglio dire, non esisterà più per te se leggi questo articolo e poi segui qualche consiglio che sto per darti.

Prima però ti racconto una storia che mi riguarda proprio in prima persona.

Devi sapere che di recente mi sono messa in testa di scrivere alcuni materiali che mi serviranno a breve per la mia attività di consulente di Marketing Artistico.

Beh, immagina la scena: io che sbuffo, piagnucolo e batto i piedi a terra un sacco di volte proprio a causa di quel maledetto blocco dello scrittore!

Non è una bella immagine, eh?

Però mi consolo e ti consolo, perché con la pratica giornaliera della scrittura, il blocco arriva certamente più di rado.

 

Giochiamo con le idee e facciamo chiarezza

Per scrivere articoli e altri testi, io di solito parto da un’idea presa dalla vita di tutti i giorni (anche strana, anzi più è strana e meglio è). Ora, dopo un bel po’ di allenamento, mi riesce facile scriverci sopra un post sui social.

Più difficile invece è scrivere bella spedita quando il testo da buttare giù è molto più complesso o lungo, come una pagina “Chi sono” per il sito o il testo per un video (nel tuo caso magari dove presenti il tuo lavoro).

Ti confesso che qualche giorno fa ero proprio bloccata e cercavo tutte le scuse per evitare di mettermi lì davanti allo schermo bianco (conosci la sensazione?).

Poi ho usato questa bellissima applicazione di mappe mentali, MindMup e “magicamente”, con il cosiddetto pensiero laterale, ho iniziato a buttare giù argomenti, fissare idee per poi spostarle. Ho accoppiato e mescolato fra loro i concetti, per poi riordinarli e a organizzarli.

Sai qual è stato il risultato?

Avere le idee chiare e la traccia da cui partire per scrivere il testo.

Con questo modo di lavorare è un po’ come avere il disegno e poi le caselle solo da riempire: non ti spaventi perché sai già, più o meno, cosa verrà fuori alla fine e non rischi di andartene in giro a caso per cogliere margherite.

Questo del divagare, oltre al blocco della pagina bianca, è un altro problema che si può risolvere e tenere a bada con l’uso delle mappe mentali.

E MindMup è utile e carino (mi ha letteralmente salvato la vita un sacco di volte!)

Puoi lavorarci online e scaricare la mappa in diversi formati, anche senza iscrizione e in modo gratuito. Occhio perché se salvi la mappa gratuita, questa sarà visualizzata come pubblica e verrà poi cancellata 6 mesi dopo.

Se invece hai cose moooolto grosse ed elaborate da scrivere, tipo un libro o anche un tuo catalogo personale, e se vuoi salvare, modificare, cancellare e mantenere le tue mappe private, ti consiglio di prendere l’account a pagamento: MindMup Gold costa circa un paio di dollari al mese e per me sono i due dollari meglio spesi della vita!

Ah, la cosa bella (pure per la versione gratuita) è che puoi creare dei documenti a partire dalla mappa e dalle note che hai inserito nei vari nodi della mappa:

quindi rischi addirittura di trovarti l’articolo o il post quasi scritto in pochissimo tempo!

 

Ocio, non basta avere buoni strumenti di lavoro…

Lo sappiamo bene: non basta usare un super-pennello e colori di eccellente qualità per creare un’Opera d’Arte: serve soprattutto il “soprammanico” come dice mia madre parlando di cucina… Serve che chi usa il pennello sappia il fatto suo e anche dove vuole arrivare.

Nel caso della scrittura e del Marketing Artistico ovviamente, devi sempre sapere COSA scrivere e soprattutto A CHI!

Certo questa app può facilitarti le cose, aiutandoti a salutare il blocco dello scrittore che se ne andrà via, verso il tramonto, per non tornare più… Ma non può fare nulla se il blocco viene da molto più a monte, se non sai cosa vuoi dire e a chi.

In questo ultimo caso posso darti il mio aiuto, mirato alla tua situazione specifica, soprattutto se hai bisogno di fare chiarezza. Ti invito a dare un’occhiata ai tipi di consulenza che posso offrirti: la singola “Pennellata di Luce” e il “Percorso Bussola”.

Hai dei dubbi e delle domande? Scrivimi una mail a [ marina @  pittoredisuccesso.com ] o contattami direttamente da qui.

Per ora ti saluto e mi raccomando, fai ciao ciao al blocco dello scrittore e togli il sogno dal cassetto!

Marina, la Dipintora prestata al Marketing Artistico

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *